Scuola

Docenti e discenti nella scuola della secessione

Immagine
Già negli ultimissimi giorni del governo Gentiloni, e ancor più decisamente con il Governo Conte alcune regioni del Nord d’Italia (Veneto, Lombardia ed Emilia) hanno avviato in sordina (e a Camere chiuse!) un processo di regionalizzazione della scuola, dell’università e della ricerca che la revisione costituzionale “regionalista” del 2001 già aveva reso possibile.

Una scuola in ascolto dei giovani

Immagine

Scuola e ascolto

Il termine “ascolto”, con le sue ascendenze che riconducono al latino “auris” = ‘orecchio’, implica l’allenamento all’esercizio della facoltà auditiva, cioè all’affinamento della propensione all’uso di uno strumento sensoriale, l’orecchio, che immediatamente ci riconduce ad una situazione di passività e di ricettività.

Stima e autostima a scuola

Immagine
“A me la cosa peggiore in una scuola sembra l’uso
di metodi basati sulla forza e sulla falsa autorità.
Un tale atteggiamento distrugge i sentimenti sani,
la sincerità e la fiducia in se stesso dell’allievo.
Produce dei soggetti sottomessi” (A. Einstein)

 
 

1.Scuola come luogo di individuazione e di trasformazione. stima e autostima
 

NON UNA DI MENO

Immagine

Siamo tutti d'accordo uno due giorni l'anno che le donne non si toccano neanche con una rosa.
La quale rosa poi avendo le spine può essere trasformata facilmente in un'arma d'offesa e in ogni caso io le rose le voglio ricevere dai miei partner ed è da tempo che nessuno mi porta neanche un fascio di margherite!
Comunque sia, tutti d'accordo a chiacchiere contro la violenza alle donne, ma cosa ce ne facciamo degli uomini che agiscono Violenza di Genere, soprattutto se la vittima sopravvive... ???

La selezione dei docenti italiani e la “buona scuola”

Immagine
In altra occasione ho cercato di porre in evidenza come si è dipanato in Italia, a partire dal dopoguerra, il rapporto fra selezione di censo e selezione di merito[1]. In quella occasione però parlavo dei criteri di selezione in base ai quali l’istituzione scolastica italiana ha formato nel tempo le proprie classi dirigenti e più in generale la forza-lavoro.