Adolescenza

FIAP 2014 MASSIMO AMMANITI Metamorfosi del sé in adolescenza

"... la metamorfosi del sé incarnato..."
Relazione presentata da Massimo Ammaniti al VI CONVEGNO FIAP (2 -5 ottobre 2014) a Riva del Garda.
Massimo Ammaniti
-Professore Straordinario di Psicopatologia generale e dell'Età Evolutiva, Facoltà di Psicologia Università di Roma dal 1991 al 1994 e Professore Ordinario di Psicopatologia dello Sviluppo dal 1994 ad oggi.

Gabriella Ferrigno Simona Penati, i disturbi dell'umore nell'adoloscenza

Il giorno 9 maggio 2014 si è tenuto a  Genova il Convegno: "DISTURBI DELL'UMORE NELLE DIVERSE ETA' DELLA VITA: NUOVI TARGET E APPROCCI TERAPEUTICI" organizzato dal Dipartimento di Neuroscienze dell'Università di Genova.
Abbiamo ripreso gli interventi della giornata e li proponiamo sul canale tematico della rivista.

“Disconnect” di Henry Alex Rubin di Isabella Bernazzani

Locandina
Year
Country
Stati Uniti
Director
Henry Alex Rubin
Il  film “Disconnect “di Henry Alex Rubin  è un viaggio sull’onda del paradosso e dentro alla sommersa solitudine dell’uomo.
I personaggi del film sono tutti “collegati” , anzi  “overconnected” con tutti, in un mondo fatto di “reti”informatiche, tablet, social network, smartphone, computer.
La rete  accorcia le distanze delle relazioni , sposta in avanti i nostri confini.

“LA VITA DI ADELE” di Abdellatif Kechiche di Isabella Bernazzani

Locandina
Year
Country
Francia
Director
Abdellatif Kechiche
Il film  “La vita di Adele” del regista Abdellatif Kechiche  ci conduce sul delicato crinale della passione, o meglio dell’amore passionale, della potenza e della irruenza  dell’attrazione durante la stagione adolescenziale.                  
Poco importa se questa riguarda due donne e se la trama del film si snoda sulla scia di una relazione omosessuale.
Poco importa per il filo narrativo del film.

Genitori e figli: quando il Sintomo si sostituisce alla Comunicazione

Authors

Le famiglie si configurano come il primo contesto emotivo entro cui gli individui costruiscono, attraverso processi di scambio reciproco, di ascolto, di rispetto e di valorizzazione delle caratteristiche individuali, un’immagine di sé e quindi il senso della propria individuazione (Fruggeri 1998). La famiglia fornisce sicurezza e cura e ha l’importante compito di fornire il limite.