desiderio

L’oggetto del desiderio non è oggettivo

Immagine
 L’angoscia è il desiderio di ciò di cui si ha paura, un’antipatia simpatica.
Soeren Kierkegaard, Diario, maggio 1842

 

Si tratta di interrogare la voce come elemento costitutivo del soggetto, a prescindere dalle sue manifestazioni psicopatologiche.
Bernard Baas, De la chose à l’objet, 1998

 

Finito/infinito

Il soggetto collettivo è una contraddizione in termini?

Immagine

 

Con l’acquisizione del bipedismo si vengono a impostare una quantità di caratteristiche che – combinandosi tra di loro – caratterizzano gli ominidi nel loro insieme e nel loro divenire.
Giorgio Manzi, La comparsa dei primi uomini
“Storia d’Europa e del Mediterraneo”, vol. I, Salerno Edit., Roma 2006, p. 71.

 

Recensione del libro di M. Recalcati "Le mani della madre. Desiderio, fantasmi ed eredità del materno".

Immagine

I lettori di Massimo Recalcati leggeranno questo suo ultimo libro con grande emozione. Dopo aver dedicato gli ultimi anni del suo insegnamento alla figura del padre e del figlio, arriva il turno della madre.

La trasgressione nella coppia. Quale il confine tra normalità e patologia?

Immagine

Il desiderio ha sempre una radice trasgressiva. Diversi fattori rendono fragile la possibilità che la passione sessuale rimanga intensa nel corso della vita di coppia. Il primo è il bisogno di percepire il partner più sicuro di quanto questo non sia, cosa che lo rende generalmente poco sexy. Il secondo è che oggi c’è una nuova concezione di coppia, non più centrata sulla famiglia ma sulla sensorialità.