morte

E poi vennero a prendere me...

Immagine
Tigre mangia Tigre
Tre Tigri contro Tre Tigri

E' più pericoloso un africano con problemi di integrazione e di psicosi o un Vice-Primo Ministro Razzista che non vuole saldare il proprio debito di 49 milioni di euro per furto alle casse dello Stato?

L'Italia non ha dubbi: il Nero non è più di moda.
Il Gay nemmeno, non ne parliamo del Matto o del Rom.

L'Italia non è più buonista: prima gli Italiani!

IL SELFIE CON IL MORTO

Immagine
Fotografarsi sul luogo della disgrazia o con il morto, sembra essere l’ultima imbarazzante trovata delle generazioni tecnologiche. Oramai cellulari alla mano, abbiamo raggiunto ogni limite; la fotografia non mostra più solo cosa stiamo mangiando o cosa stiamo facendo, ma diviene portavoce dell’orrido portando alla luce il schadenfreud, quel sentimento di naturale compiacimento davanti alla catastrofe altrui.

DIRITTO al TEMPO LINEARE

Immagine

Ovvero I Quattro Cavalieri di Arrival

Il tempo al cinema ha un suo peso specifico. C’è quello reale della pellicola, che dura almeno 90 minuti, ma anche quello della narrazione, che ha ormai tradito l’Unità di Luogo, di Spazio e di Tempo della tradizione teatrale, permettendosi il flashback e il flashforward. Questo ha a che fare con il film Arrival. Il tempo ne rappresenta la traccia estetica, non quella etica, ed è uno dei quattro cavalieri del mio titolo.